La storia di HomeLink

story-logo

HomeLink

Oltre 65 anni

La storia di HomeLink è la storia di una semplice e generosa idea che ha trovato il suo momento. Anticipando un'era di viaggi personalizzati organizzati in uno spirito di fiducia e di condivisione, HomeLink ha fatto da pioniere fornendo un modo alternativo di viaggiare, non commerciale, non monetario e si è affermata come punto di riferimento nello scambio casa dal 1953.

  • 1953

    Un giovane insegnante di New York, David Ostroff, stila un elenco di colleghi insegnanti in cerca di un modo economico per trascorrere l'estate - lontano dal caos cittadino. La lista è in comune con altri educatori, nelle città vicine e negli stati che bramano l'emozione della Grande Mela. Il contatto è stabilito e gli insegnanti decidono di scambiare le loro case per l'estate. LA prima rete di scambio casa è nata!

  • 1960

    La voce si diffonde rapidamente. Sempre più insegnanti e professori si uniscono a quello che Ostroff chiamò "Vacation Exchange Club". Pan American World Airways contattò Ostroff per il coordinamento dello scambio di casa tra i loro dipendenti aziendali in tutto il mondo. Le liste scritte a mano con le proposte di scambio diventano libretti editi per un pubblico internazionale.

  • 1970

    David Ostroff unì le proprie risorse con Jan Ryder, capo di una piccola rete nel Regno Unito, composta prevalentemente da membri delle Forze Armate, e lavora brevemente con il creatore francese della Intervac fino al 1981.

  • 1980

    La rete di HomeLink si espande. I rappresentanti sono reclutati in Belgio, Canada, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Norvegia, Portogallo, Sud Africa, Spagna, Svezia, e Svizzera - per offrire consulenza e sostegno a chi scambia casa in tutto il mondo. I libretti di annunci diventano cataloghi, come il concetto di scambio di casa continua a guadagnare slancio.

  • 1990

    I Rappresentanti HomeLink aumentano di numero con l'aggiunta di Australia, Austria, Brasile, Estonia, Finlandia, Grecia, Islanda, Nuova Zelanda, Russia e Turchia. I cataloghi di annunci di scambio casa, ora spessi come elenchi telefonici, vengono stampati cinque volte l'anno. Ma non possono tenere il passo con il numero sempre crescente di membri HomeLink in tutto il mondo. L'accesso globale a internet offre una piacevole soluzione. HomeLink passa al digitale e crea il primo sito internet di scambio di casa, tradotto in 17 lingue. I membri possono ora pubblicare i propri annunci on-line e trovare scambi istantaneamente utilizzando criteri di ricerca avanzata.

  • 2000

    Il nuovo millennio vede l'emergere di un approccio più personalizzato ai viaggi e HomeLink attrae un gruppo sempre crescente di persone che ne condividono la mentalità: quelli preoccupati per l'ambiente, che rifugge dai grandi sviluppi turistici - dannosi per l'ecosistema

  • 2010

    Con gli scenari della crisi economica mondiale, la rete di HomeLink continua ad espandersi. Sempre più giovani famiglie, professionisti, e anziani cercano lo scambio di casa come espressione di solidarietà, così come un'alternativa unica per scambiarsi vacanze favolose grazie allo scambio di fiducia e collaborazione, senza alcun costo commerciale.

  • 2013

    E' il 60 ° compleanno di HomeLink! HomeLink investe massicciamente in un nuovo sito web centrale con motori di ricerca dinamici, geo-localizzazione, opzioni di traduzione, un sistema di messaggistica interno più affidabile, servizi di supporto, e altro ancora. Trovare lo scambio di casa che si adatta alle aspirazioni di ciascun membro diventa veloce, facile e sicuro. Nonostante il crescente impatto della tecnologia, le persone restano il cuore pulsante di HomeLink. Con il nuovo sito, i membri scoprono più opportunità di condividere i loro interessi, di trovare persone con affinità simili e di organizzare scambi culturali e linguistici per i loro figli. Più di mezzo secolo dopo, con decine di migliaia di membri attivi, e 27 rappresentanti locali in tutto il mondo, Homelink rimane ancora una comunità stretta, che condivide valori comuni di fiducia e rispetto. David Ostroff sarebbe stato orgoglioso.

Benvenuti nella nostra famiglia internazionale che può godere del lusso di sentirsi a casa propria ovunque, nel mondo

please wait...